L’obiettivo del corso è quello di consolidare le competenze di base indispensabili per garantire il funzionamento efficace delle Alleanze territoriali per la famiglia. Il corso si articola in 4 giornate della durata di 6 ore ciascuna. Il corso è accompagnato da 5 workshop della durata di 4 ore che specializzeranno i contenuti della formazione. Entrambe le iniziative vedranno alternarsi alcuni tra i maggiori esperti del fenomeno a livello nazionale.
Come precedentemente comunicato, ad ogni Alleanza è richiesta una frequenza minima pari a 16 ore, distribuite in almeno 12 ore per il percorso formativo e 4 ore per i workshop (è però possibile e suggerito di partecipare ad un numero maggiore di quanto richiesto).
Gli incontri si svolgeranno a Venezia presso Ca’ Foscari; sede e aule saranno comunicate prossimamente.

Formazione in presenza

Giorno 1
Conciliazione e secondo welfare
Franca Maino – 18 ottobre 2017, orario 10.00-13.00 / 13.30-16.30
L’obiettivo è approfondire i concetti di Alleanze territoriali per la famiglia, Reti per la conciliazione vita-lavoro e Secondo welfare per delineare le principali tendenze in atto di configurazione del welfare aziendale, territoriale e integrato.

Giorno 2
L’ascolto attivo dei territori
Michele D’Alena – 25 ottobre 2017, orario 10.00-13.00 / 13.30-16.30
L’obiettivo è di ricostruire una mappa dei principali strumenti utili a rilevare nuovi bisogni, nuovi soggetti sociali che irrompono nella scena urbana, comunità latenti che usano gli spazi e li trasformano in luoghi per prendersi cura delle relazioni sociali.

Giorno 3
Fundraising
Martina Bacigalupi – 9 novembre 2017, orario 10.00-13.00 / 13.30-16.30
L’obiettivo è di passare in rassegna le strategie e le tendenze più innovative per il sostegno di politiche sociali, reinterpretando il fundraising come leva di innovazione sociale, inquadrando alcuni strumenti come le piattaforme tecnologiche e le strategie legate alle nuove Ict.

Giorno 4
Community management
Flaviano Zandonai – 22 novembre 2017, orario 10.00-13.00 / 13.30-16.30
L’obiettivo è di approfondire le forme emergenti di community organizing ovvero le modalità per promuovere coalizioni dal basso intorno a istanze che richiedono di rendere coeso il gruppo e di favorire il dialogo con soggetti istituzionali, pubblici e privati.

Workshop

W1
Impresa sociale e welfare aziendale
Massimo Campedelli – 9 ottobre 2017, orario 10.00-14.00
Studiare e progettare nuove configurazioni tra gli attori implicati nell’arena del welfare, con particolare attenzione alle forma innovative di aggregazione della domanda e dell’offerta di servizi di welfare da parte delle imprese sociali.

W2
Gestione dei conflitti ed ascolto empatico
Stefania Moressa – 16 novembre 2017, orario 10.00-14.00
Sviluppare strumenti e strategie che per supportino nella gestione di relazioni complesse e multilivello, operanti sul piano personale, professionale, organizzativo ed interorganizzativo.

W3
L’innovazione nelle politiche pubbliche
Fabrizio Panozzo – 27 novembre 2017, orario 10.00-14.00
Progettare forme innovative di costruzione e implementazione di politiche pubbliche in grado di far cooperare istituzioni, imprese e cittadini.

W4
Il Design per l’innovazione civica e sociale
Francesca Battistoni – 5 dicembre 2017, orario 10.00-14.00
Il design thinking viene utilizzato per attivare approcci innovativi nella definizione delle strategie di strutturazione progettazione dei rapporti tra impresa, beneficiari, comunità e territorio.

W5
Comunicazione e Social
Fabrizio Rota – 11 dicembre 2017, orario 10.00-14.00
Le principali piattaforme social rappresentano uno strumento per moltiplicare le strade che la comunicazione può percorrere, non più solo informativa ma come vero e proprio strumento di dialogo, lettura dei bisogni e costruzione delle soluzioni.